menu-mobile

Macchinari

I Campi

( il padre Galeazzo, i figli Giulio, Antonio e Vincenzo ) costituirono una vera e propria dinastia di pittori cremonesi. Il card. Carlo Borromeo li privilegiò come promotori della sua riforma, caratterizzata da austerità e patetismo. Dipinsero molto a Cremona e Milano. A Crema arrivò solo Antonio che realizzò la prima delle quattro tele dell’aula ottagona di Santa Maria della Croce: L’ADORAZIONE DEI PASTORI,  del 1575.   Amante delle sperimentazioni, pone la scena in notturna  intesa come tenebre di coscienza .